Decreto Flussi 2023 – Modalità di ingresso in Italia per i lavoratori extracomunitari.

febbraio 3, 2023

Il 26 gennaio 2023 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 21 il Decreto Flussi 2023, con il quale si fissano le quote di lavoratori extracomunitari che possono entrare in Italia per motivi di lavoro.

La quota prevista per il 2023 è di 82.705 lavoratori e lavoratrici, ripartita secondo la tipologia di lavoro:

  • stagionale, 44.000 unità;
  • subordinato e autonomo, 38.705 unità.

settori a cui sono riservati i nuovi ingressi sono quelli dell’autotrasporto, dell’edilizia, del turistico-alberghiero, della meccanica, delle telecomunicazioni, dell’alimentare e della cantieristica navale.

La domanda per il nulla osta potrà essere inviata a partire dal 27 marzo e fino al 31 dicembre 2023, o comunque fino all’esaurimento delle varie quote previste.

Una novità per i datori di lavoro è quella che, prima di procedere con la richiesta, bisogna verificare presso il Centro per l’impiego competente che non ci siano altri lavoratori già presenti sul territorio nazionale disponibili a ricoprire il posto per cui si intende far arrivare personale dall’estero.

La verifica di indisponibilità di lavoratori presenti sul territorio nazionale si intende compiuta, e pertanto sarà possibile procedere con la domanda di nulla osta, in uno di questi casi:

  • il CPI non risponde alla richiesta del datore di lavoro entro 15 giorni lavorativi.
  • il lavoratore segnalato dal CPI non è per il datore di lavoro idoneo per il lavoro offerto;
  • il lavoratore inviato non si presenta al colloquio di selezione dopo 20 giorni lavorativi dalla data della richiesta.

Il datore di lavoro dovrà autocertificare una delle ipotesi indicate tramite dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, la quale andrà allegata alla domanda di nulla osta al lavoro.

È importante ricordare che la verifica non è necessaria per i lavoratori stagionali e per i lavoratori formati all’estero.

Trascorsi 30 giorni dalla presentazione della domanda, in caso di esito positivo, il nulla osta sarà rilasciato automaticamente e inviato alle Rappresentanze diplomatiche italiane dei Paesi di origine, le quali concedono il visto di ingresso entro i successivi 20 giorni.

È già disponibile la procedura di precompilazione dei moduli di domanda e a partire dalle ore 9:00 del 27 marzo 2023 si potra inviare la domanda definitiva.

Lo Studio rimane a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Con i migliori e più cordiali saluti

Studio Pucci Law & Tax Advisors stp srl

Le novità del mese di Dicembre e gli adempimenti di Gennaio

gennaio 10, 2023

Gentile Cliente,

come ogni mese il nostro servizio informativo mette a disposizione la banca dati con le principali novità del mese di Dicembre 2022 e le principali scadenze previste nel mese di Gennaio 2023.

Il documento è liberamente consultabile dai nostri clienti ed essendo di natura generale contiene diversi punti. A tal proposto è possibile leggere solo quelli di proprio interesse e consigliabile chiedere il supporto dei nostri professionisti per eventuali richieste di chiarimento.

Per dare un’anteprima del documento e dei temi ne riportiamo l’indice.

DICEMBRE 2022: NOVITÀ

  • Fatturazione elettronica – Soggetti in regime di franchigia – Decorrenza dell’obbligo
  • Redditi dei terreni – Aggiornamento sulla base delle dichiarazioni colturali presentate all’AGEA nel 2022
  • Dividendi derivanti dal possesso di partecipazioni qualificate – Disciplina transitoria – Termine del 31.12.2022
  •  Fringe benefit – Uso promiscuo dei veicoli aziendali – Approvazione delle tabelle ACI per il 2023
  • Acquisto di veicoli stradali a motore e spese connesse – Limiti alla detrazione IVA – Proroga al 31.12.2025
  • Cessione dei crediti d’imposta energia, gas e carburanti relativi ai mesi da luglio a dicembre 2022 – Comunicazione e compensazione
  • Crediti d’imposta energia e gas relativi al mese di dicembre 2022 – Codici tributo per l’utilizzo in compensazione nel modello F24
  •  “Superbonus” – Opzione per la cessione del credito o lo sconto sul corrispettivo – Utilizzo del credito d’imposta in 10 rate
  • Comunicazione dei dati per la precompilazione delle dichiarazioni – Interventi condominiali – Estensione all’eliminazione delle barriere architettoniche
  • Comunicazione dei dati delle spese sanitarie per la precompilazione delle dichiarazioni – Ridefinizione degli obblighi per gli ottici
  • Memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi – Adeguamento dei registratori telematici
  • Distributori automatici – Obbligo di invio telematico dei dati – Adeguamento degli apparecchi – Estensione periodo transitorio
  • Trattamento fiscale dell’attività di formazione delle associazioni sportive dilettantistiche
  • Rendicontazione del contributo del 5 per mille dell’IRPEF – Soggetti che percepiscono almeno 20.000,00 euro – Nuove procedure telematiche del Ministero del Lavoro
  • Iscrizione al RUNTS per silenzio assenso di enti dotati di perso­nalità giuridica
  • Registrazione telematica degli atti privati – Contratti di comodato – Approvazione del modello “RAP”
  • Credito d’imposta a favore delle imprese editrici per la distribuzione di quotidiani e periodici – Utilizzo in compensazione
  • Credito d’imposta energia e gas – Spettanza alle ONLUS – Condizioni
  • Erogazioni liberali a un consorzio con qualifica di impresa sociale
  • Detrazioni per interventi “edilizi” – Errata indicazione dello sconto in fattura
  • Nota di credito – Errata fatturazione – Istanza di rimborso dell’IVA – Ammissibilità
  • Appalto – Differenziale per il riequilibrio economico – Assoggettamento ad IVA

GENNAIO 2023: PRINCIPALI ADEMPIMENTI  (a seguire)

Leggi la versione completa della circolare. 

I professionisti del nostro Studio restano a disposizione per eventuali delucidazioni e per il supporto tecnico.

 

Legge di bilancio 2023 (L. 29.12.2022 n. 197) – Principali novità

gennaio 4, 2023

Sul S.O. n. 43 alla G.U. 29.12.2022 n. 303 è stata pubblicata la L. 29.12.2022 n. 197 (legge di bi­lancio 2023), in vigore dall’1.1.2023.

Nel documento scaricabile cliccando sul link sottostante si riepilogano le principali novità in materia fiscale e di agevolazioni, cripto-attività, lavoro e previdenza, contenute nella leg­ge di bilancio 2023.

Legge_di_bilancio_2023_l_29_12_2022_n_197_principali_novita

Anticipiamo gli argomenti approfonditi nel documento.

PRINCIPALI NOVITÀ IN MATERIA FISCALE E AGEVOLATIVA

  • Superbonus – Aliquota del 110% per le spese 2023
  • Superbonus – Installazione di impianti fotovoltaici da parte di ONLUS, ODV e APS
  • Modifiche al regime forfetario
  • Introduzione  della “flat tax” incrementale
  • Aumento dei limiti di ricavi per la contabilità semplificata
  • Assegnazione agevolata di beni ai soci e trasformazione in società semplice
  • Estromissione agevolata dell’immobile dell’imprenditore individuale
  • Rideterminazione del costo fiscale dei terreni e delle partecipazioni (quotate e non quotate)
  • Affrancamento dei redditi degli OICR
  • Affrancamento delle polizze di assicurazione
  • Affrancamento degli utili delle partecipate a regime privilegiato
  • Regime di deducibilità dei costi “black list”
  • Correzione di errori contabili – Rilevanza nel periodo di imputazione in bilancio – Ambito di applicazione
  • Imprese operanti nel commercio di prodotti di consumo al dettaglio – Ammortamento dei fabbricati strumentali
  • Riduzione imposta sostitutiva sui premi di risultato
  • Detassazione delle mance percepite dal personale impiegato nel settore ricettivo e di somministrazione di pasti e bevande
  • Terreni dei coltivatori diretti e IAP – Proroga dell’esenzione IRPEF
  • Detrazione IRPEF dell’IVA pagata per l’acquisto di case ad alta efficienza energetica
  • Detrazione per le barriere architettoniche al 75% – Proroga
  • Detrazione c.d. “bonus mobili” – Limite di spesa
  • Tassazione delle plusvalenze su società immobiliari
  • Investment management exemption
  • Imposta sostitutiva sulle pensioni AVS e LPP svizzere e del Principato di Monaco
  • Aumento dell’imposta sostitutiva sulle riserve matematiche dei rami vita
  • Ripresa dei versamenti fiscali sospesi per il settore dello sport
  • Dilazione degli avvisi bonari
  • Termini di notifica delle cartelle di pagamento – Proroga
  • Termini di notifica degli atti di contestazione delle sanzioni – Proroga
  • Ampliamento della compensazione dei debiti degli avvocati con crediti verso lo Stato per gratuito patrocinio
  • Modifica alla disciplina del contributo straordinario contro il caro bollette
  • Crediti d’imposta per acquisto di energia elettrica e gas naturale – Proroga per il primo trimestre 2023
  • Credito d’imposta per il carburante delle imprese agricole e della pesca primo trimestre 2023
  • Utilizzo del credito d’imposta per il carburante delle imprese agricole e della pesca terzo trimestre 2022
  • Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali
  • Crediti d’imposta per il Mezzogiorno
  • Credito d’imposta per la quotazione delle PMI
  • Rinvio del termine per la domanda di riversamento del credito ricerca e sviluppo
  • Certificazione sulla qualificazione delle attività di ricerca e sviluppo
  • Credito d’imposta per il restauro di impianti sportivi pubblici
  • Credito d’imposta per le sponsorizzazioni sportive
  • Credito d’imposta per l’acquisto di materiali riciclati
  • Aiuti di Stato – Recupero di alcuni aiuti del settore turismo
  • Aliquota IVA per le somministrazioni di gas e servizi di teleriscaldamento del primo trimestre 2023
  • Aliquota IVA per i pellet
  • Aliquota IVA per i prodotti per l’infanzia
  • Aliquota IVA per i prodotti dell’igiene femminile
  • Obblighi comunicativi per le vendite tramite interfacce elettroniche
  • Contrasto all’apertura di partite IVA “fittizie”
  • Operazioni inesistenti in reverse charge – Sanzioni
  • IMU – Prospetto delle aliquote
  • IMU – Esenzione per gli immobili occupati
  • IMU – Adeguamento della disciplina con l’ILIA del Friuli Venezia Giulia
  • IMU – Esenzione per gli immobili distrutti o inagibili per il sisma di Emilia Romagna, Lombardia e Veneto del 2012
  • Legge Sabatini
  • Agevolazioni per la piccola proprietà contadina e terreni montani
  • Proroga delle misure in favore dell’acquisto della casa di abitazione per gli under 36
  • Rinegoziazione dei contratti di mutuo ipotecario
  • Proroghe agevolazioni per sisma Italia centrale del 2016 e 2017
  • Bonus psicologo
  • Rinvio di “plastic tax” e “sugar tax”
  • Ravvedimento operoso speciale
  • Sanatoria degli errori formali
  • Definizione degli avvisi bonari

NOVITÀ IN MATERIA DI DEFINIZIONI FISCALI

  • Definizione degli accertamenti
  • Omessi versamenti rate istituti deflativi del contenzioso (regolarizzazione)
  • Definizione delle liti pendenti
  • Conciliazione giudiziale agevolata segue
  • Rinuncia agevolata in Cassazione
  • Rottamazione dei ruoli
  • Stralcio dei ruoli sino a 1.000,00 euro

NOVITÀ IN MATERIA DI CRIPTO-ATTIVITÀ

  • Regime fiscale delle cripto-attività
  • Monitoraggio fiscale delle cripto-attività
  • Rideterminazione del valore delle cripto-attività
  • Imposta di bollo e IVAFE
  • Regolarizzazione delle cripto-attività

PRINCIPALI NOVITÀ IN MATERIA DI LAVORO E PREVIDENZA

  • Esonero quota contributi IVS a carico del lavoratore
  • Sgravi contributivi per assunzioni under 36
  • Riforma del Reddito di cittadinanza
  • Esonero contributivo per assunzioni di percettori di reddito di cittadinanza
  • Esonero contributivo per gli imprenditori agricoli professionali e i coltivatori diretti
  • Incentivo per l’assunzione di donne svantaggiate
  • Prestazioni occasionali
  • Lavoro agile
  • Congedo parentale
  • Assegno unico e universale per i figli
  • Semplificazioni in materia di ISEE
  • Proroga della CIGS per le imprese in crisi
  • Proroga di CIGS e mobilità in deroga nelle aree di crisi industriale complessa
  • Integrazione delle misure di sostegno per i dipendenti ex ILVA
  • Indennità per i lavoratori dei call center
  • Indennità per fermo pesca
  • Incremento dell’indennità per patologie asbesto-correlate
  • Rifinanziamento del Fondo sociale per occupazione e formazione
  • Pensione anticipata flessibile (“Quota 103”)
  • Incentivo al trattenimento in servizio dei lavoratori
  • Proroga dell’anticipo pensionistico “opzione donna”
  • Proroga dell’APE sociale
  • Rivalutazione e incremento dei trattamenti pensionistici

NOVITÀ IN MATERIA DI UTILIZZO DEI CONTANTI

  • Innalzamento del limite al trasferimento di denaro contante
  • Obbligo di accettare pagamenti tramite carte

I professionisti del nostro Studio restano a disposizione per approfondimenti e supporto consulenziale.

Assunzioni 2023: quando è riconosciuto l’esonero contributivo

gennaio 2, 2023

Disposizioni in materia di esoneri contributivi per assunzioni 2023

La legge di bilancio dello Stato per l’anno finanziario 2023, introduce nuove disposizioni e proroghe in materia di esoneri contributivi riconosciuti ai datori di lavoro privati per le assunzioni ai determinati soggetti, effettuate nel 2023, previa autorizzazione della Commissione europea.

Beneficiari del Reddito di Cittadinanza

Al fine di promuovere l’inserimento stabile nel mercato del lavoro dei beneficiari del reddito di cittadinanza e ferma restando l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, è riconosciuto l’esonero del 100 % dei contributi previdenziali (con esclusione dei premi e contributi dovuti all’Inail), ai datori di lavoro del settore privato che nel 2023 assumono, con contratto di lavoro a tempo indeterminato o che trasformano il rapporto da tempo determinato in tempo indeterminato, nel periodo compreso tra 1° gennaio 2023 e 21 dicembre 2023.

L’esonero è riconosciuto:

  • per un periodo massimo di 12 mesi;
  • nel limite massimo di importo pari a 8.000 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile.
  • è alternativo all’esonero di cui all’art. 8 del D.L. 28 gennaio 2019, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla Legge 28 marzo 2019, n. 26 e non si applica ai rapporti di lavoro domestico.

Tale esonero contributivo non si applica ai rapporti di lavoro domestico

Under 36

La legge di Bilancio prevede che anche nel 2023 i datori di lavoro del settore privato potranno beneficiare dell’esonero totale dei contributi in caso di assunzione giovani di età inferiore ai 36 anni di età, con assunzione diretta a tempo indeterminato o in caso di trasformazione di contratti già in essere in contratti a tempo indeterminato.

In continuità con gli anni precedenti, l’esonero è riconosciuto a condizione che il lavoratore non sia stato occupato con un contratto a tempo indeterminato con il medesimo o con altro datore di lavoro nel corso dell’intera vita lavorativa.

Ferma restando l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, l’esonero è riconosciuto:

  • nella misura del 100 per cento dei contributi previdenziali dovuti dal datore di lavoro (con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL);
  • nel limite massimo di importo pari a 8.000 euro annui;
  • per un periodo massimo di 36 mesi, il periodo di fruizione viene elevato a 48 mesi per le assunzioni in una sede o unità produttiva ubicata nelle regioni Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna.

Condizione per potervi accedere al beneficio è che il datore di lavoro non deve aver proceduto, nei 6 mesi precedenti l’assunzione, né proceda, nei nove mesi successivi alla stessa, a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o a licenziamenti collettivi nei confronti di lavoratori inquadrati con la medesima qualifica nella stessa unità produttiva.

In continuità con gli anni precedenti, non possono beneficiare dell’agevolazione:

  • i rapporti di apprendistato;
  • i contratti di lavoro domestico;
  • le prosecuzioni di contratto di apprendistato;
  • le assunzioni, entro sei mesi dall’acquisizione del titolo di studio.

Donne lavoratrici svantaggiate

Esteso, altresì, alle nuove assunzioni di donne lavoratrici svantaggiate l’esonero contributivo totale già previsto per le assunzioni delle medesime effettuate nel biennio 2021-2022. L’esonero è riconosciuto nella misura del 100% dei contributi previdenziali dovuti dal datore di lavoro e nel limite massimo di importo innalzato a 8.000 euro su base annua, per la durata di 12 mesi in caso di contratto a tempo determinato e di 18 mesi in caso di assunzione o trasformazione a tempo indeterminato, per le assunzioni effettuate nel 2021 di donne:

  • con almeno 50 anni di età e disoccupate da oltre 12 mesi;
  • donne di qualsiasi età residenti in regioni ammissibili ai finanziamenti nell’ambito dei fondi strutturali dell’Unione europea, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;
  • donne di qualsiasi età che svolgono professioni o attività lavorative in settori economici caratterizzati da un’accentuata disparità di genere (disparità uomo-donna di almeno il 25%), e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi;
  • donne di qualsiasi età, ovunque residenti e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi.

Giovani imprenditori agricoli

Infine, viene prorogato fino al 31 dicembre 2023 il termine finale entro cui effettuare le nuove iscrizioni nella previdenza agricola per fruire della decontribuzione prevista per la normativa vigente, vale a dire della disposizione che ha riconosciuto, fermo restando l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, per un periodo massimo di 24 mesi, l’esonero dal versamento dell’100% dell’accredito contributivo presso l’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti, in favore dei coltivatori diretti e degli imprenditori agricoli professionali, con età inferiore a 40 anni.

I professionsiti del nostro studio sono a disposizione per ogni richiesta di chiarimento e/o consulenza su casi specifici.

Le novità del mese di Novembre e gli adempimenti di Dicembre

dicembre 19, 2022

Come ogni mese il nostro servizio informativo mette a disposizione la banca dati con le principali novità del mese di Ottobre 2022 e gli adempimenti previsti nel mese di Novembre 2022.

Il documento è liberamente consultabile dai nostri clienti ed essendo di natura generale contiene diversi punti. A tal proposto è possibile leggere solo quelli di proprio interesse e consigliabile chiedere il supporto dei nostri professionisti per eventuali richieste di chiarimento.

Per dare un’anteprima del documento e dei temi ne riportiamo l’indice.

NOVEMBRE 2022: NOVITÀ

  • Autodichiarazione aiuti di Stato COVID – Proroga presentazione al 31.1.2023 e chiarimenti
  • Fattura elettronica – Memorizzazione integrale dei file XML – Nuovi servizi
  • Dichiarazione IVA per il 2019 – Comunicazione di anomalie – Adempimento spontaneo
  • Fringe benefit – Innalzamento della soglia ed ampliamento per il 2022 – Chiarimenti ufficiali
  • Crediti d’imposta alle imprese per l’acquisto di energia e gas relativi al terzo e quarto
    trimestre 2022 – Chiarimenti
  • Modifiche alla riduzione delle accise per i carburanti
  • Credito d’imposta per gli autotrasportatori per l’acquisto di gasolio – Utilizzo in compensazione –
    Istituzione del codice tributo
  • Credito d’imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive turistico-alberghiere
    e termali – Utilizzo in compensazione – Istituzione del codice tributo
  • Credito d’imposta per le reti di imprese agricole – Percentuale di fruizione – Istituzione
    del codice tributo per la compensazione
  • Credito d’imposta per cuochi professionisti (c.d. “bonus chef”) – Presentazione
    delle domande
  • Contributo per spese sanitarie e di sanificazione sostenute da enti sportivi
  • Redditi di lavoro dipendente e pensioni di fonte estera o italiana – Comunicazione
    di anomalie – Adempimento spontaneo
  • Autoveicoli utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell’attività propria d’impresa
  • Iper-ammortamento per investimenti effettuati mediante leasing – Interconnessione
    successiva all’entrata in funzione nel medesimo periodo d’imposta
  • Credito d’imposta per investimenti pubblicitari – Esclusione degli intermediari
  • Credito d’imposta per le erogazioni liberali in favore delle “Fondazioni ITS Academy” –
    Utilizzo in compensazione
  • Agente sportivo – Qualificazione dei compensi – Reddito di lavoro autonomo o d’impresa
  • IVA – Percentuali di compensazione – Legno e legna da ardere – Proroga per il 2022
  • Rapporti di scambio tra Italia e San Marino – Obbligo di fatturazione elettronica –
    Esclusione per i soggetti identificati ai fini IVA in Italia
  • Esterometro – Esclusione dei buoni corrispettivo “multiuso”
  • Rivalsa successiva all’accertamento – Missing traders – Diritto alla detrazione IVA
    dell’effettivo cessionario dei beni
  • Esercizio del diritto alla detrazione dell’IVA – Procedura di sequestro liberatorio
  • Call-off stock” – Sostituzione del destinatario della merce – Effetti
  • Cessione di beni tra rappresentanti fiscali – Trattamento IVA
  • IVA di gruppo – Società non residente identificata in Italia
  • Dotazioni di bordo – Regime di non imponibilità IVA

Dicembre 2022: PRINCIPALI ADEMPIMENTI (a seguire)

Leggi la versione completa della circolare

 

 

Pagina successiva »