Distacco Transnazionale

I processi di internazionalizzazione delle imprese hanno portato, sempre più, ad avvalersi dello strumento del distacco del personale dipendente. Distacco che può avvenire sia in territorio nazionale che transnazionale, in Paesi UE ed extra-UE. Si parla di distacco internazionale anche quando cittadini di Paesi UE ed extra-Ue svolgono le proprie mansioni in Italia.

Italia ➔ Estero

Il distacco del personale all’estero consiste quando il lavoratore dipendente svolge la propria mansione in un altro Paese, pur mantenendo un rapporto di lavoro con lo stesso datore in Italia. Tale modalità di impiego avviene attraverso la stipulazione di un accordo tra lavoratore dipendente e datore di lavoro.

L’obiettivo perseguito è una maggiore economicità delle aziende, un’integrazione dei processi produttivi e una maggiore efficienza dei processi amministrativi. I datori di lavoro possono, quindi, richiedere ai dipendenti di mettersi a disposizione di un soggetto terzo, che si trova all’estero, così da soddisfare specifici interessi.

 

Estero ➔ Italia

Il distacco transnazionale si configura anche quando un’impresa con sede in un altro Stato membro dell’Unione Europea o in uno Stato extra UE distacca in Italia uno o più lavoratori in favore di un’altra impresa.

Rientra nelle ipotesi di distacco transnazionale anche l’invio in missione di lavoratori effettuato da agenzie di somministrazione di lavoro con sede in un altro Stato membro presso un’impresa utilizzatrice avente sede o unità produttiva in Italia. Per tutta la durata del distacco, il rapporto di lavoro deve continuare a intercorrere tra il lavoratore distaccato e l’impresa straniera distaccante.

Per entrambe le tipologie di distacco transnazionale la prestazione lavorativa deve necessariamente avere durata limitata ed essere espletata nell’interesse e per conto dell’impresa distaccante, sulla quale continuano a gravare i tipici obblighi del datore di lavoro, ossia la responsabilità in materia di assunzione, la gestione del rapporto, i connessi adempimenti retributivi e previdenziali, nonché il potere disciplinare e di licenziamento.

Le domande che maggiormente che ci vengono fanno i nostri clienti sono le seguenti

N

Che cos’è il distacco Transnazionale?

N

Come funziona il distacco?

N

Che cosa succede ai contributi?

N

Quale legge regola l’attività del lavoratore?

N

Che cosa occorre fare se al lavoratore viene cambiata mansione durante il distacco?

N

Durante il periodo di distacco vengono pagate doppie tasse?

N

Che cosa accade quando il dipendente distaccato si infortuna durante il lavoro?

Il nostro Studio ha maturato una consolidata esperienza in materia di distacchi transnazionali. Siamo costantemente impegnati a rispondere a domande di difficile interpretazione sul tema spinoso dei distacchi internazionali, in quanto la normativa di riferimento per quanto riguarda il lavoratore dipendente dall’Italia all’Estero è differente dalla normativa di riferimento per i lavoratori dipendenti che dall’Estero svolgono la loro mansione in Italia.

La nostra Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle novità che possono interessare la tua impresa e il tuo patrimonio.


    * Campi necessari

    Serve assistenza o vuoi fissare un appuntamento?